Migliore Fotocamera Ottobre 2020 | Smartphone, Compatta, Reflex, Mirrorless, Subacquea

In questo sito troverai la guida all’acquisto della migliore fotocamera sul mercato, in particolare abbiamo diviso le categorie in:

Migliore Fotocamera Smartphone Ottobre 2020

 

Migliore Fotocamera Compatta (point and shoot) Ottobre 2020

 

Migliore Fotocamera Reflex (DSLR) Ottobre 2020

 

Migliore Fotocamera Mirrorless Ottobre 2020

 

Migliore Fotocamera Subacquea Ottobre 2020

 

Le fotocamere sono ovunque. Ce n’è una nel tuo portatile, tre o quattro nel tuo telefono e probabilmente un paio nel tuo tablet che non hai mai usato. Forse ce n’è una nel campanello della porta.Stiamo scattando più foto in più modi e condividendole in più posti che mai. Eppure la maggior parte di noi usa le macchine fotografiche con il minimo indispensabile di conoscenza, basta puntare e scattare e sperare in un momento instagrammabile.

Nemmeno le più famose aziende produttrici di fotocamere (Sony, Canon, Panasonic, Nikon, Fujifilm, Olympus, Pentax) rendono la vita facile. Le schede tecniche sono cariche di termini alieni come ISO e numeri f, e una volta che si riesce a capire cosa significano, ci si trova ancora di fronte a una grande varietà di opzioni. Così abbiamo messo insieme questa guida per aiutarvi nella scelta della migliore fotocamera.

 

Cos’è una macchina fotografica DSLR o Reflex

Quando si pensa a una macchina fotografica grande, elegante e costosa, probabilmente si sta immaginando una reflex digitale a obiettivo singolo (DSLR) ovvero Digital single-lens reflex. Queste fotocamere sono composte da due parti principali: il corpo e l’obiettivo. Gli obiettivi possono essere tolti e cambiati (alias intercambiabili). Ma avrete bisogno di entrambe le parti – il corpo e l’obiettivo – per scattare una foto. Le DSLR sono dotate di uno specchio che permette di guardare attraverso l’obiettivo mentre si compone l’immagine. Questo vi dà l’idea più precisa di come sarà la vostra immagine finale quando scattate la foto.

Migliore Fotocamera Ottobre 2020 | Smartphone, Compatta, Reflex, Mirrorless, Subacquea

Ora, quando si preme l’otturatore, la fotocamera registra la scena come immagine digitale su un sensore. Nelle DSLR, questi sensori sono abbastanza grandi (tipicamente le dimensioni di una pellicola 35mm, o un po’ più piccole). Il vantaggio del sensore di grandi dimensioni è che fornisce migliori prestazioni a basso rumore di luce e una migliore sfocatura dello sfondo (bokeh).

Ma quando si tratta di qualità dell’immagine, una grande parte della storia è l’obiettivo (alias il vetro). Vedete, la lente è ciò che raccoglie la luce della scena. Migliore è la qualità dell’obiettivo, migliore è la qualità dell’immagine finale creata.

Migliore Fotocamera Ottobre 2020 | Smartphone, Compatta, Reflex, Mirrorless, Subacquea

Ed ecco la grande novità: Con le DSLR, ci sono così tanti tipi di obiettivi di alta qualità in circolazione che avete un sacco di opzioni quando si tratta di ottenere varietà e di diventare creativi con la vostra fotografia.

Se siete interessati a dedicarvi alla fotografia come hobby serio o come professione, allora una DSLR è ciò che state cercando.

 

macchina fotografica Mirrorless (senza specchio) e micro quattro terzi

Negli ultimi anni, le fotocamere mirrorless senza specchio sono diventate sempre più popolari: hanno molte delle stesse caratteristiche di una DSLR, ma in un corpo più piccolo, senza lo specchio.

(Un sottoinsieme della categoria mirrorless sono le telecamere Micro Quattro Terzi, un titolo che si riferisce alle dimensioni del sensore).

Migliore Fotocamera Ottobre 2020 | Smartphone, Compatta, Reflex, Mirrorless, Subacquea

Come le DSLR, anche le fotocamere mirrorless sono dotate di obiettivi intercambiabili. In generale, la qualità e la selezione degli obiettivi per i corpi senza specchio non sono alla pari delle DSLR, ma sono sicuramente migliorate. E ci sono ora fotocamere mirrorless che vantano una dimensione full frame, le stesse dimensioni di quelle che si trovano nelle DSLR di livello professionale, rendendo questo genere di fotocamere ancora più attraente.

Detto questo, la maggior parte delle fotocamere mirrorless ha alcuni lati negativi rispetto alle DSLR. Anche se ci sono ora alcuni modelli con sensori a fotogramma completo, la maggior parte dei corpi senza specchio ha sensori più piccoli di quelli delle DSLR, il che significa che non saranno così bravi a registrare la profondità di campo o a scattare in condizioni di scarsa illuminazione.

Ma le fotocamere mirrorless hanno i loro vantaggi. In particolare, sono generalmente molto, molto più piccole e più leggere delle DSLR.

Le fotocamere Micro Quattro Terzi (aka Micro 4/3, MFT o M4/3) sono un tipo di fotocamera senza specchio che copre un’ampia varietà di stili e opzioni, ma la loro caratteristica comune è la dimensione del sensore.

E’ come una “mini” fotocamera a lenti intercambiabili.

Ergonomicamente parlando, le telecamere con sensore Micro QuattroTerzi hanno l’aspetto di DSLR rimpicciolite o di fotocamere mirrorless, e le loro lenti sono più piccole, più leggere e più economiche.

Una cosa da notare: avere un sistema di fotocamere più piccolo non è sempre un bene per tutti, con controlli angusti e una presa meno pronunciata che spesso ostacola chi ha le mani più grandi.

Questo formato di fotocamera è ottimo per tutti, dall’hobbista occasionale al professionista.

 

macchina fotografica compatta (point and shoot) punta e scatta

Point-and-shoots sono le più piccole macchine fotografiche dedicate principalmente alla fotografia (i telefoni con fotocamera sono tipicamente più piccoli).

Il grande vantaggio del point-and-shoot è la sua dimensione. Essendo così piccole e facili da portare in giro, è più probabile che si scattino più foto di quante se si dovesse portare in giro una macchina fotografica più grande senza specchio o una DSLR.

Migliore Fotocamera Ottobre 2020 | Smartphone, Compatta, Reflex, Mirrorless, Subacquea

Queste fotocamere hanno obiettivi fissi (cioè non intercambiabili) che generalmente coprono un’ampia gamma di zoom. L’obiettivo si ritrae all’interno della fotocamera per mantenerla bella e piccola.

In genere, hanno i sensori più piccoli, il che significa che la qualità dell’immagine non sarà così buona come lo sarebbe con una fotocamera di livello superiore. Le cose sono decisamente migliorate negli ultimi anni con sensori da 1 pollice, quindi non è così difficile trovare una point-and-shoot che produca immagini di buona qualità.

Inoltre, alcuni modelli mancano di controlli manuali per le impostazioni chiave (come velocità dell’otturatore, diaframma e ISO). I tempi di messa a fuoco automatica saranno molto probabilmente più lenti e il tempo di ritardo tra quando si preme l’otturatore e quando la fotocamera scatta la foto sarà più lungo.

Quindi, perché acquistare una fotocamera punta e scatta? Come abbiamo detto, sono molto più facili da portare in giro rispetto alle fotocamere più grandi, adatte per i principianti.

E poi c’è la questione del prezzo. Le fotocamere point-and-shoot sono in genere molto meno costose rispetto alle opzioni di livello superiore.

Se non siete alla ricerca di un grande controllo creativo e state imparando a fotografare, un point-and-shoot può esserela migliore fotocamera per voi.

 

macchina fotografica Bridge

Più piccole delle DSLR ma più grandi delle fotocamere compatte, colmano bene il vuoto, offrendo obiettivi zoom ad alto ingrandimento (fissi, non intercambiabili) e controlli manuali, ma senza l’ingombro di una vera e propria DSLR.

Le fotocamere Bridge sono una grande opzione all-in-one, e sono popolari tra i fotografi che non vogliono preoccuparsi di cambiare gli obiettivi, ma vogliono comunque la flessibilità di uno zoom a lungo raggio.

Migliore Fotocamera Ottobre 2020 | Smartphone, Compatta, Reflex, Mirrorless, Subacquea

Di solito hanno piccoli sensori di immagine simili a quelli delle fotocamere compatte, e raramente hanno un mirino ottico (OVF), optando invece per un mirino elettronico (EVF) e lo schermo LCD posteriore per scattare le foto.

 

macchina fotografica subacquea

 

action cam

 

Qualità dell’immagine della fotocamera

La qualità dell’immagine di una fotocamera dipende molto dall’obiettivo ad essa collegato.

Se si opta per una fotocamera a obiettivo fisso, ovviamente non si ha scelta in materia, ma per i modelli di obiettivi intercambiabili, l’obiettivo scelto è molto importante.

La maggior parte dei modelli DSLR entry-level e dei modelli mirrorless sono dotati di “obiettivi in kit”. Di solito si tratta di un obiettivo zoom di fascia media a basso costo con un’apertura lenta e variabile. In breve, di solito fa abbastanza schifo! da cambiare subito!

Un obiettivo in kit può essere un buon modo per abituarsi alla vostra nuova fotocamera, ma vi consiglio di investire in un obiettivo economico e in uno zoom di qualità migliore non appena il vostro budget lo permette.

Cosa determina la qualità della foto? il sensore presente sulla macchina fotografica.

 

Cos’è il sensore di una fotocamera

Le fotocamere digitali utilizzano un sensore per ‘registrare’ le immagini.

Se avete appena iniziato a fotografare, non c’è davvero bisogno di ossessionarsi con le dimensioni del sensore – basta usare gli altri fattori elencati in questa guida come riferimento per acquistare la vostra prima fotocamera.

Per tutti gli altri, ecco cosa dovete sapere: più grande è il sensore, migliore è la qualità dell’immagine, soprattutto in condizioni di scarsa illuminazione.

Inoltre, più grande è il sensore, maggiore è la vostra capacità di ‘sfocatura dello sfondo’ o effetto bokeh, ma anche questo dipende molto dall’obiettivo che collegate alla vostra fotocamera.

Ecco i 3 sensori principali in cui è probabile che vi imbatterete mentre acquistate una fotocamera digitale:

1 pollice (o più piccolo) – che si trova comunemente nelle fotocamere compatte economiche
APS-C – che si trova in compatte avanzate, mirrorless e DSLR
Full Frame – si trova in compatte avanzate, mirrorless e DSLR

I fotografi professionisti utilizzano comunemente fotocamere a pieno formato full frame o fotocamere con sensore APS-C avanzato.

Se avete il budget, una fotocamera full frame è un investimento meraviglioso, ma ricordate che anche gli obiettivi full frame sono più costosi.

Il mio consiglio alla maggior parte dei fotografi principianti e appassionati è di acquistare una fotocamera a sensore APS-C. Queste offrono buoni vantaggi in termini di dimensioni/peso, grande qualità dell’immagine, obiettivi più convenienti e un eccellente rapporto qualità-prezzo.

Le dimensioni del sensore su una fotocamera con obiettivo intercambiabile detteranno anche qualcosa chiamato “fattore di crop” o meglio detto fattore di ritaglio.

Senza voler diventare troppo tecnici, i sensori APS-C “moltiplicano” la lunghezza focale degli obiettivi. Un obiettivo che dice ‘35mm‘ può dare una lunghezza focale effettiva di 50mm.

Migliore Fotocamera Ottobre 2020 | Smartphone, Compatta, Reflex, Mirrorless, Subacquea

Questo è ottimo per riprendere soggetti che sono lontani, dato che in sostanza si ottiene una maggiore “portata” su ogni obiettivo che si possiede.

Dal lato opposto, se si vuole ottenere l’obiettivo più largo possibile, si è un po’ più limitati con un sensore APS-C.

C’è anche una differenza nella ‘cremosità‘ delle aree fuori fuoco (alias ‘bokeh’), ovvero la profondità di campo e una differenza nella gamma dinamica disponibile quando si sceglie l’APS-C rispetto ad un full frame… ma questo è entrare nel territorio dei nerd, quindi non preoccupatevi per ora!

Questa è la parte della fotocamera che ha sostituito la pellicola. La ragione per cui ci preoccupiamo di queste parti è che variano per dimensioni, risoluzione (megapixel) e sensibilità alla luce.

I sensori più grandi si chiamano full frame, e hanno le dimensioni di un negativo 35mm (pellicola). La maggior parte delle fotocamere sul mercato utilizza una varietà di versioni più piccole che di solito chiamiamo ritagliate (DX per Nikon e APS-C per Canon).

Cosa ti danno tutti quei megapixel? Puoi pensarla come la grana della pellicola, o la risoluzione del tuo televisore. Se avete una fotocamera da 36 megapixel, potete ritagliare 2/3 della foto scattata con quella fotocamera e avere comunque una foto da 12 megapixel. Risoluzione più alta = grana più fine.

Sembra che più ce n’è, meglio è, ma non necessariamente. Le fotocamere a basso megapixel sono spesso più sensibili alla luce e lavorano meglio in condizioni di oscurità. Inoltre, la risoluzione è direttamente correlata alla dimensione del file, quindi riempirete le vostre schede di memoria e il disco rigido del computer molto più velocemente.

 

Cosa significa ISO nella fotografia digitale?

Se siete nuovi alla fotografia digitale, le tre cose che dovreste conoscere per prime sono l’ISO, il diaframma e la velocità dell’otturatore. Le tre funzionano in sinergia, e se riuscite a manipolarle e controllarle tutte, potrete scattare foto favolose senza nemmeno toccare il resto della macchina fotografica. Insieme, sono noti come il Triangolo dell’esposizione, perché controllano

la quantità di luce a cui esponete la fotocamera (diaframma)

la sensibilità della fotocamera a quella luce (ISO)

la durata dell’esposizione (tempo di posa)

Per un aiuto nel calcolare la profondità di campo della fotocamera scelta, l’impostazione del diaframma e la distanza di messa a fuoco, è possibile utilizzare Simple DoF su iOS o DoF Calculator per Android.

Sigla ISO che vuo dire?

Proveniente dall’Organizzazione Internazionale per la Standardizzazione, ISO (non è un acronimo) descrive la sensibilità alla luce del sensore della fotocamera rispetto a uno standard comune. Originariamente era conosciuta come “velocità della pellicola”, in quanto era una misura statica della quantità di luce che un dato tipo di pellicola poteva assorbire, ma nelle moderne fotocamere digitali ISO può essere regolata su e giù. Un ISO più alto significa un’immagine più luminosa, che si ottiene amplificando digitalmente le informazioni raccolte durante l’esposizione. Si tratta di un processo imperfetto che genera errori, che diventano evidenti nelle immagini come scolorimento e rumore digitale – l’antiestetico effetto di macchiolina che di solito si vede nelle foto in condizioni di scarsa illuminazione.

Cosa influenza l’ISO nella fotocamera?

La qualità del sensore della vostra fotocamera e l’elaborazione della riduzione del rumore influenzeranno l’ISO massimo a cui potrete produrre immagini che vale la pena di utilizzare.
La capacità di scattare a bassi ISO è il fattore fondamentale per una foto pulita e nitida.
Per questo motivo le fotocamere professionali permettono la regolazione dei parametri per scattare sempre a iso bassi o cmq a generare poco rumore digitale ad iso più alti.

La differenza principale di qualità tra una fotocamera compatta ed una reflex o mirrorless è la regolazione manuale di diaframma, iso ed esposizione.

 

Apertura diaframma nella fotografia digitale

Misurata con la scala dei numeri f orribilmente confusa, l’apertura è un’altra impostazione. Fondamentalmente, la maggior parte degli obiettivi ha la capacità di restringere la luce che li attraversa utilizzando un elemento interno (chiamato diaframma), che può essere esteso e retratto utilizzando i comandi della fotocamera. Se si vuole più luce nell’immagine, si tira il diaframma all’indietro fino a dove va, o se ne serve di meno, lo si estende e si limita i raggi in entrata ad un foro più stretto e più a fuoco.

L’apertura, quindi, è solo una misura relativa al diametro dell’apertura dell’obiettivo.

Importante: nei numeri di apertura diaframma si ragiona al contrario!

I numeri f inferiori indicano un’apertura più ampia, entra più luce ovvero più luminosità con f/2,8 e inferiori come estremi, mentre quelli più alti indicano che si sta bloccando più luce e quindi si faranno foto più scure e meno luminosità.

Per scattare foto più luminose (e con maggior effetto sfocato tipo ritratti) devi scendere di f (f1.8 ottimo per ritratti sfocati) richiede valori di ISO minori perchè entra più luce.

Per scattare foto meno luminose (foto di paesaggi ad es.) devi salire di f (f11 ottimo per paesaggi).

Un effetto collaterale di una lente ad apertura larga è che lascia entrare molti raggi luminosi non messi a fuoco. Il risultato è una bassa profondità di campo, il che significa che tutto ciò che si trova davanti o dietro l’area su cui si sta focalizzando apparirà sfocato. Le impostazioni dell’apertura ampia tendono a restringere l’area di messa a fuoco a una scheggia sottile come un rasoio, in particolare sui soggetti vicini, dando il tanto desiderato effetto “bokeh” di sfondo morbido.

Quando si desidera una messa a fuoco più ampia, la contromisura ovvia è quella di stringere il diaframma a f/8 o più stretto – si raggruppa la luce in entrata in un fascio più focalizzato, che si traduce in una maggiore profondità dell’area di messa a fuoco. Gli effetti di profondità di campo più estremi sono appannaggio esclusivo delle fotocamere con grandi sensori; semplicemente non è possibile ottenere lo stesso effetto di sfocatura con sensori più piccoli, che mantengono una generosa profondità di messa a fuoco anche a f/1,4.

Significa che se sei un fotografo paesaggista non ti servono obiettivi molto luminosi, ma che siano ultragrandangolari da 12mm a 16mm con almeno f/4.

Significa che se sei un fotografo ritrattista ti servono obiettivi luminosi detti TELE da 85mm a 135mm con almeno f/2.0

 

 

Velocità di scatto ed autofocus in una fotocamera

Ciò si riferisce alla velocità di messa a fuoco automatica, ai fotogrammi al secondo (FPS) e al tempo di avvio e alla velocità operativa generale della telecamera.

Le DSLR e le fotocamere mirrorless offrono prestazioni migliori rispetto alle compatte e alle fotocamere bridge, anche se dipende dal modello.

In generale, è necessario spendere molto di più per una fotocamera compatta perché possa competere con la velocità di un modello più grande.

FPS si riferisce al numero di foto che si possono scattare in fila tenendo premuto il pulsante dell’otturatore durante la modalità continua (alias ‘burst’).

Un FPS più alto (qualsiasi cosa superiore a 5) può essere utile per catturare soggetti in rapido movimento, ma deve essere abbinato a prestazioni di tracciamento autofocus decenti per garantire che i vostri scatti siano a fuoco.

Le DSLR che offrono un FPS elevato sono generalmente superiori a 1.000 euro, ma questo non è il caso delle mirrorless – la Sony a6000, ad esempio, costa meno di 500 euro e ha un impressionante 10FPS.

Essere in grado di sparare centinaia di fotogrammi non è sempre una buona cosa – avrete molte più foto da esaminare durante l’editing, e c’è anche la questione di quanto velocemente il vostro buffer può ‘cancellare’ (cioè per quanto tempo la fotocamera sarà ‘bloccata’ mentre scrivete tutte le immagini sulla scheda di memoria).

La velocità complessiva del funzionamento della fotocamera è un altro fattore importante da considerare. In genere, le DSLR si ‘svegliano’ più velocemente delle fotocamere mirrorless e point-and-shoot.

 

Cosa significa risoluzione di una macchina fotografica

La risoluzione delle fotocamere digitali viene misurata in megapixel – un megapixel = un milione di pixel.

Quando si tratta di macchine fotografiche digitali, un numero elevato di megapixel conta di più quando si “ritaglia” una foto, o se si prevede di stampare immagini di grandi dimensioni.

Le foto con più megapixel hanno più dettagli, ma sono di conseguenza più grandi nelle dimensioni del file, il che significa che possono richiedere più tempo per l’editing, l’invio, l’archiviazione e la gestione in generale.

La maggior parte delle fotocamere ha la possibilità di scegliere risoluzioni più basse, se lo si desidera, che possono essere utili quando si trasferisce su dispositivi intelligenti da condividere online.

Spesso le persone valutano erroneamente la qualità dell’immagine di una telecamera in base al numero di megapixel, ma non è questo il caso. La dimensione dei pixel è più importante, e questo è regolato dalla dimensione del sensore di immagine.

Il vostro smartphone di lusso con 50 megapixel non potrà mai competere con una grande DSLR con “solo” 24 megapixel, poiché il sensore DSLR è molto più grande.

Non fare in modo che il numero di megapixel sia un fattore determinante quando si acquista una fotocamera.

A meno che non abbiate intenzione di stampare stampe grandi e molto dettagliate, non c’è bisogno di investire in una macchina fotografica con più di 30 megapixel.

ZOOM

Lo zoom è un concetto semplice – è quanto ci si può avvicinare a qualsiasi cosa si stia fotografando senza doversi avvicinare fisicamente – ma non sempre è ovvio ciò che si sta realmente ottenendo. L’effettivo x-multiplo del vostro zoom è molto meno importante delle misure dell’angolo nelle impostazioni più ampie e più vicine, che misurano quanto si può inserire nella vostra foto. Una fotocamera che parte da 28mm e ha uno zoom 10x alla fine si avvicinerà di più (280mm) rispetto a una che parte da 24mm (240mm quando si ingrandisce), anche se il compromesso è un campo visivo leggermente più piccolo quando si ingrandisce. Se volete essere il più vicino possibile al vostro soggetto, il numero più importante è l’angolo del teleobiettivo – più dell’x-multiplo.

Ma attenzione: le fotocamere con zoom enorme tendono ad essere difficili da tenere ferme  quindi ottenere foto nitide potrebbe essere difficile anche con la migliore stabilizzazione dell’immagine. Inoltre, come abbiamo accennato, l’ottimo zoom è accompagnato da un calo della qualità dell’immagine – i produttori di obiettivi devono scendere a compromessi su qualcosa, quindi se si cerca di ottenere un’ampia gamma di zoom, non si otterranno immagini come potrebbe fare una lunghezza focale fissa.

Infine, fate un favore a voi stessi e ignorate l’idea stessa di “zoom digitale”. Si fa o ingrandendo l’immagine (e riducendone la qualità) o ritagliando un’area più piccola del sensore, entrambe cose che si possono fare molto meglio con un software di post-elaborazione dedicato sul computer

Focale di un obiettivo

Uno degli aspetti più importanti, quando si acquista un obiettivo, è la lunghezza focale. Questa consente di sapere quanto è necessario essere vicini al soggetto che si sta catturando.

Una lunghezza focale più lunga è necessaria per gli oggetti più lontani. Una lunghezza focale più piccola cattura una maggiore quantità di scena davanti a voi.

Perché la lunghezza focale è importante

Sapere cosa significa la lunghezza focale in relazione alla propria fotocamera è molto importante quando si tratta di acquistare obiettivi.

Gli obiettivi sono divisi in due categorie in base alla loro capacità di zoomare. Ci sono quelli che hanno una lunghezza focale fissa (obiettivi primari). E ci sono quelli che hanno una lunghezza focale variabile (obiettivi zoom). In generale, le lenti prime sono più nitide e spesso hanno un’apertura più ampia. Questi sono ottimi per le condizioni di scarsa luminosità.

Gli obiettivi zoom consentono di utilizzare un solo obiettivo per coprire una gamma di diversi campi fotografici. Un solo obiettivo significa meno tempo speso per la ricerca e la sostituzione degli obiettivi. Ci sono vantaggi e svantaggi per entrambi i tipi di obiettivi.

Possiamo usare l’occhio umano come esempio. La sua lunghezza focale varia tra il 17mm e il 25mm, a seconda di chi si chiede e chi si esamina.

Abbiamo un campo visivo approssimativo di oltre 180°. Questo è diverso dall’angolo di visione di 90° di una lente, che è dovuto al fatto che abbiamo due occhi.

L’area che percepiamo attivamente è più piccola, simile a quella di un obiettivo 40-50mm. Ecco perché il 50mm è chiamato la lunghezza focale “standard”.

La lunghezza focale dell’obiettivo determina il grado di “zoomata” delle vostre foto. Più alto è il numero, più l’obiettivo sarà ingrandito.

Spesso non si capisce bene che la lunghezza focale viene misurata dalla parte anteriore o posteriore dell’obiettivo.

In realtà, è la distanza tra il punto di convergenza dell’obiettivo e il sensore della fotocamera. Questo è il caso di lenti semplici . Ci sono anche molti progetti ottici complessi che funzionano in modo diverso. In molti casi, questa distanza non è uguale alla lunghezza focale.

Il punto chiave è che la lunghezza focale di un obiettivo è identica alla lunghezza focale di un singolo obiettivo che fornirebbe lo stesso campo visivo.

 

Registrazione video nelle fotocamere

Tutte le fotocamere digitali girano video al giorno d’oggi, con alcune che offrono caratteristiche di fascia alta come la risoluzione 4K Ultra HD, frame rate multipli, super slow-motion, registrazione ad alta velocità e time-lapse.

Se si sceglie un modello con obiettivi intercambiabili, non è difficile ottenere una qualità video che possa competere con i migliori YouTubers e cortometraggi.

Le caratteristiche principali da prendere in considerazione se si è seriamente intenzionati a catturare video di alta qualità con la propria fotocamera digitale sono:

Frame rate – 24fps e 30fps sono standard. 60fps e superiore è ottimo per le riprese al rallentatore.
Stabilizzazione dell’immagine – sia nel corpo che nell’obiettivo (OIS), la stabilizzazione dell’immagine è essenziale se si prevede di girare un video senza treppiede o cardanica.
Video 4k – più risoluzione = migliore qualità dell’immagine e capacità di ritagliare più pesantemente. Se questa è una caratteristica, basta assicurarsi che sia in grado di registrare 4k a 24fps e 30fps.
Ingresso microfono esterno – per ottenere il miglior audio, è necessario essere in grado di collegare un microfono esterno.
Durata di registrazione – molte DSLR hanno un limite a quanto possono registrare in una sola volta.
LCD rotante – per filmare se stessi, o semplicemente per evitare che il collo si inclini continuamente durante le riprese.
Uscita HDMI  – per registrare su dispositivi di acquisizione esterni.

Quando scegliete una fotocamera per il video, cercate di essere onesti con voi stessi…

È probabile che utilizziate una DSLR ingombrante o una mirrorless per catturare i filmati occasionali dei vostri bambini ?… O è più realistico supporre che il vostro smartphone sarà la vostra prima scelta?

 

Ultimo aggiornamento 2020-11-26 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. AcceptRead More